La Nascetta

Langhe Nascetta

Info & Buy

Localmente chiamata anche Anas-cétta o Nas-cëtta (in piemontese curiosamente si pronunciata staccando la “s” dalla “c” e con “e” semi-muta) 
Secondo Lorenzo Fantini nel 1883 era diffusa in tutto l'Albese, dopo l'avvento della viticoltura moderna con l'introduzione dei vigneti monovarietali, questo vitigno riduce notevolmente la sua distribuzione, fino a sopravvivere all'interno di pochi vigneti nel comune di Novello. A partire dalla metà degli anni 90, grazie ad Elvio Cogno e della facoltà di agraria dell'Università di Torino, si reintroduce la coltivazione di tale varietà in tutto l'areale della Langa. Ad oggi si può considerare l'unico vitigno a bacca bianca autoctono della Langa del Barolo. DiffusioneLa diffusione della produzione della Nas-cétta in purezza interessa il comune di Novello (con 7 aziende produttrici), di La Morra (con 5 aziende), Serralunga d'Alba (con 2 aziende), Santo Stefano Belbo (con 2 aziende), Castiglione Falletto, Barolo, Dogliani, Trezzo Tinella, Carrù. La diffusione è in costante aumento anche in altre realtà viticole della Langa e del Roero. Sottozona del comune di NovelloOltre al Langhe Nas-cetta esiste anche il Langhe Nas-cetta prodotto nella sottozona relativa al comune di Novello.

Scheda tecnica

CARATTERISTICHE
Colore: giallo paglierino chiaro
Profumo: delicato, frutti tropicali

UBICAZIONE DEI VIGNETI
loc. Cascina Bellavista, regione Mantoetto

VITIGNO: nascetta

VINIFICAZIONE: classica vinificazione uve bianche cryomacerazione affinamento in acciaio

ALCOOL: 12.5/13 variabile secondo cambiamenti climatici

PRODUZIONE: 100 Qli. 

CONFEZIONE: bottiglia Alberisa verde 0,75. Scatole di cartone 6-12 bottiglie. Casse in legno a richiesta.



Caratteristiche del vino

Buon estratto secco tra 20.6 e 24 g/L

Buona struttura e giusta aciditàm con note floreali (acacia), fruttate (mela, pesca bianca e gialla, e frutti tropicali a maturazione avanzata dell'uva) e di miele, leggermente tannico.